Ristorante Mamma Angela Cucina romana e italiana con un servizio eccellente

LINK

L'orologio di formaggi

Il formaggio esiste da lungo, lungo tempo, ma il luogo di origine è incerto. Si presume che il formaggio sia stato scoperto quando il latte veniva trasportato o immagazzinato negli stomaci degli animali giovani, che ancora contenevano caglio e grazie a questo il latte veniva trasformato in una cagliata e siero. Una cosa certa è che in epoca romana era un alimento quotidiano e vari formaggi venivano mangiati e apprezzati soprattutto dalle élite. Durante questo periodo l'arte di fare il formaggio in molte forme diverse, in aggiunta al commercio di diversi formaggi dall'impero, divenne un lavoro sempre più importante.

Mamma Angela's offre una nuova selezione di formaggi! E 'stato un duro lavoro e abbiamo messo su un po' di peso degustando innumerevoli formaggi locali e regionali per la scelta finale. Il nostro vassoio dei formaggi viene servito su di un tagliere rotondo tradizionale, con i formaggi presentati da mangiare in "senso orario".

I finalisti per l'orologio di formaggi misti sono!:

Caprino fresco di colforcella

Questo formaggio fresco di capra è prodotto in una fattoria a Cascia (Umbria). Le capre pascolano sull'erba durante i mesi più caldi, mentre in inverno mangiano foraggio prodotto negli stessi mesi, arbusti selvatici ed erbe, che in questo periodo danno al latte speziatura e profumi i quali poi vengono trasferiti al formaggio. Il sapore di questo formaggio può essere descritto come dolce ma gentile, con forti sentori di yoghurt di capra.

Roccolo valtaleggio 

Il nome 'Roccolo' deriva dalla struttura cilindrica dei caratteristici muri a secco che si trovano in Valtaleggio. Il Roccolo è fatto con latte di 'Bruna Alpina', che si nutre nei verdi pascoli di questa zona. La forma cilindrica aiuta il formaggio a maturare lentamente, su assi di legno in cantine piene di muffa. Questo permette la formazione di una leggera crosta  asciutta e diversi sapori e profumi che danno a questo formaggio l'aroma caratteristico.

Caciofiore di columella

Prende il nome da una antica testimonianza scritta da Columella nel "De Re Rustica" (50 dC), questo "Cacio fiore" realizzato con il caglio di carciofo selvatico, il cardo, vanta un' antica tecnica di caseificazione. La crosta giallastra contiene un cuore di formaggio quasi sciolto, potrete così godere di una cremosità unica, un intenso sapore leggermente amaro e un potente profumo.

Vecchio stampo

Questo formaggio pecorino prende il nome dall'antica tecnica di lavorazione che prevede ancora  vecchi stampi in legno, che conferiscono al formaggio la sua forma caratteristica. Il formaggio viene trattato con olio, semi di girasole e aceto, poi invecchiato in grotte. L'umidità delle grotte e lo speciale processo di stagionatura conferiscono a questo formaggio il suo gusto unico.

Gran cru conciato in botte

Questo pecorino viene prodotto durante la primavera, quando le pecore si nutrono nei pascoli dove una vasta varietà di erbe contribuisce al gusto finale. Sosta circa 60 giorni in grotte naturali in cui le forme di formaggio vengono trattate con olio e aceto. Vengono poi poste in botti di vino con foglie di noce ed altre erbe. Viene poi affinato per un minimo di 100 giorni. In Italia questo formaggio viene indicato come un formaggio da 'meditazione' e ha un sapore  molto intenso.

Blu di buffala

Questo formaggio di bufala  è molto particolare, realizzato al 100% con latte di bufala, viene affinato per 3 mesi in fredde capanne umide. Durante questo periodo le forme vengono salate e girate regolarmente. La pasta è di colore paglierino, screziato,  con la sua caratteristica muffa verde-blu. Il gusto è pieno, dolce e persistente.

Quindi per tutti voi amanti del formaggio, intenditori di formaggio o persone qualunque che cercano formaggi "diversi", chiedete il "Clock-face cheeseboard" e godetene.